NAUFRAGHI E NAUFRAGI

A volte autori e testi si parlano, a distanza di secoli e nonostante il mezzo di espressione sia differente. Così capita a Samuel Taylor Coleridge e Fabrizio De Andre’, trattando, attraverso la metafora del mare, la fragilità dei rapporti umani, il concetto di colpa, le dinamiche di gruppo/ciurma, le debolezze dell’essere umano nelle situazioni di difficoltà e di lotta, quando si trova a scegliere fra se stesso e il bene comune. Tematiche di grande attualità, testi così profondi che sono validi ancora oggi.

THE RYME OF THE ANCIENT MARINER by SAMUEL TAYLOR COLERIDGE

Album Rimini _De Andre'

Album Rimini _De Andre’

leggilo mentre ascolti Parlando del naufragio della London Valour di F. de Andre’

FIRST PART

It is an ancient Mariner,

And he stoppeth one of three.

«By thy long grey beard and glittering eye,

Now wherefore stopp’st thou me?

Leggi tutto

The Ryme of the Ancient mariner - the albatross

The Ryme of the Ancient mariner – the albatross

    Commento insolito a THE RYME OF THE ANCIENT MARINER

La London Valour e chi aiutò De Andre’ a scrivere il testo

LA TRAGEDIA DI UNA NAVE, IL DECLINO DI UNA SOCIETA’

 

 

In memory

In memory

Leave a Comment

Filed under libri, musica, poesia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *