Monthly Archives: settembre 2016

MISTICA – Racconto di Claudia Ambrosini

Ora che mi dice “mistica”, non so proprio cos’è. La prof. dice parole che spesso non capisco, mi distraggo e mi perdo. Apre tante parentesi, come dice lei. Non sono sicura che le chiuda.

Ci chiede se conosciamo dei mistici. Io non so se ho capito che cos’è un mistico, però mi ha fatto venire in mente un signore che abita nello stesso cortile di mia nonna. Ha un cane che fa sempre la cacca davanti a casa nostra e lui non la raccoglie, lui, il signore, Ivo. Continue reading

Leave a Comment

Filed under racconti

Distanza

La tecnologia rifiuta la lontananza. E così, di fatto, cerca di superare il corpo. Dimenticarlo, relegarlo ad un valore ultimo, infimo. Tecnologia come sostituto del corpo.

azzurra-lontananza-hesseLa lontananza è una dimensione necessaria. Se riteniamo valide alcune conclusioni alle quali è giunta la filosofia taoista, dato che tutto ciò che esiste è formato da complementari, l’assenza di uno vanifica la presenza dell’altro, annulla l’equilibrio. Lo squilibrio è malattia, fisica o mentale, generalmente entrambe.

Se vogliamo dar retta a Leopardi, il senso della lontananza emerge grazie ad una eccessiva vicinanza (la siepe de L’infinito ) e con essa la fantasia, la creatività, la capacità di riflettere, che si scatenano anche solo per cercare un modo di superare la distanza. Potremmo anche non trovarlo, questo modo, ma il cammino, e ciò che si scopre sulla via, rimane come tesoro. Dalla dialettica fra vicino e lontano nasce il movimento. Abbiamo presente l’oggetto dei desideri, vogliamo raggiungerlo, questo ci muove, fa escogitare vie nuove, corpo – mente – cuore che lavorano insieme, fa sentire la vita che scorre nelle nostre giornate.  Continue reading

Leave a Comment

Filed under notizie